FAQ

FAQ
FAQ

Il lavoro con i droni è normato da specifiche leggi ed è interesse del committente conoscerle al fine di potersi affidare ad un pilota professionista.
In questa sezione cerchiamo di rispondere alle domande più frequenti sul lavoro aereo con i droni.

Quale è la normativa di riferimento?

La materia è disciplinata dal REGOLAMENTO MEZZI AEREI A PILOTTAGGIO ROMOTO dell’Enac.

Cosa si intende con APR e SAPR?

APR: Aeromobile a Pilotaggio Remoto, ovvero senza persone a bordo, non utilizzato per fini ricreativi e sportivi.
SPAR: sistema costituito da un mezzo aereo (aeromobile a pilotaggio remoto) senza persone a bordo, utilizzato per fini diversi da quelli ricreativi e sportivi, e dai relativi componenti necessari per il controllo e comando (stazione di controllo) da parte di un pilota remoto.

Cosa si intende per operazioni specializzate?

Si intendono le attività che prevedono l’effettuazione, con un SAPR, di un servizio a titolo oneroso o meno, quale ad esempio: riprese cinematografiche, televisive e servizi fotografici, sorveglianza del territorio o di impianti, monitoraggio ambientale, impieghi agricoli, fotogrammetria, pubblicità, addestramento.

Si può svolgere qualsiasi tipo di operazione specializzata con un drone?

No, ad esempio non è possibile volare sopra affollamenti di persone, strutture militari, obiettivi sensibili, in tutte le aeree interdette al volo, etc.

Chi può svolgere operazioni specializzate con Droni?

Solo un pilota che abbia:
- ottenuto l’abilitazione da un Centro di Addestramento riconosciuto ENAC;
- superato una specifica visita medica.

Le operazioni specializzate sono tutte dello stesso tipo?

Il regolamento Enac individua due tipologie di operazioni specializzate principali:
- operazioni non critiche; 
- operazioni critiche.
Per lo svolgimento di queste ultime il pilota deve essere in possesso di un'abilitazione speciale.

Che caratteristiche deve avere il SAPR?

Il SAPR deve essere in possesso di un certificato di navigabilità rilasciato da ENAC a seguito di presentazione da parte del proprietario di una dichiarazione del costruttore che attesta che il SAPR è conforme al tipo certificato e che è in possesso della manualistica richiesta.